PRELIEVO FORZOSO DAI CONTI BANCARI: NIENTE PAURA!

[1]

Prelievo forzoso dai conti bancari

di Redazione

Ricordate il prelievo forzoso su tutti i conti correnti bancari che, con un imposta del 6 per mille, caratterizzò nel 1992 l’azione del governo di Giuliano Amato? In un periodo di crisi nera per l’Italia che continua ad avere il fiato della Banca Centrale Europea sul collo e con l’annuncio di una non meglio precisata imposta di solidarietà ideata dal Ministro Tremonti, è coerente che più di una persona torni con la mente a quel colpo di mano notturno di quasi vent’anni fa.

Nella notte fra il 9 e il 10 luglio 1992, il governo guidato da Giuliano Amato penetrò nei forzieri delle banche italiane prelevando il 6 per mille da ogni deposito. Un decreto legge di emergenza l’autorizzava a farlo: in quel provvedimento, varato mentre i mercati si accanivano sulla lira, vi erano misure tra le più svariate.

Dall’aumento dell’età pensionabile alla patrimoniale sulle imprese, dalla minimum tax all’introduzione dei ticket sanitari, dalla tassa sul medico di famiglia all’imposta straordinaria sugli immobili pari al 3 per mille della rendita catastale rivalutata. Prelievo sui conti correnti e Isi fruttarono insieme 11.500 miliardi di lire. L’imposta straordinaria sugli immobili poi divenne una gabella ordinaria: l’imposta comunale sugli immobili, l’Ici, abolita dal più recente governo Berlusconi.

 
[2]

La paura di un nuovo ’92 è davvero tanta, ma a tranquillizzarci ci ha pensato una delle più illustri pubblicazioni economiche nazionali, il Sole24ore, secondo cui chi tiene semplicemente i soldi in banca non deve temere prelievi forzosi, né tantomeno inopinati default degli istituti di credito (se ne parlava anche nell’autunno 2008, con allarmismi che poi si sono rivelati tanto infondati quanto inutili): a protezione del conto corrente (per giacenze fino a 100mila euro) esiste il Fondo interbancario di tutela dei depositi.

L’uniformazione dell’aliquota sulle rendite al 20% è inoltre favorevole al c/c, i cui interessi erano finora tassati al 27%. Il discorso potrà favorire non tanto gli strumenti tradizionali, che dopotutto offrono interessi rasoterra, quanto i conti deposito ad alto rendimento o vincolati che invece cercano di attrarre clienti con i loro tassi elevati.

Per approfondimenti: http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-08-11/come-difendere-liquidita-conto-233907.shtml?uuid=AaWnVgvD

[1]

Gli utenti che hanno trovato questa pagina cercavano anche:

  • yumor prelievo forzato bancario
  • come aggirare il prelievo forzoso
  • prelievo forzoso su conto corrente
  • prelievo forzoso wikipedia
  • prelievo forzoso sui c/c
  • prelievo 3per mille
  • prelievo 92 conti deposito
  • ue autorizza il prelievo forzoso dei conti correnti
  • prelievo forzoso sui conti correnti
  • prelievo forzoso 2013

Commenti

commenti

Leave A Response