PDL: LISTE QUASI PRONTE. INTANTO DAI SONDAGGI IL PD PERDE ALTRI 4 PUNTI

Il tempo sta per scadere e i giochi sono ormai fatti. Libero oggi anticipa le indiscrezioni sulle liste del Pdl facendo i nomi da nord a sud. Berlusconi alla fine ha abbandonato l’idea (forse impossibile) della rivoluzione col 90% dei deputati nuovipdl rispetto al recente passato; qualche volto diverso ci sarà, ma i big sono salvi. Liste consegnate da Berlusconi a Verdini che dovrà completare gli ultimi tasselli con qualche novità da inserire, si ma con parsimonia e senza colpi di testa. Le reazioni sono differenti, qualcuno ci vede una grande occasione mancata, altri invece preferiscono pensare che sia meglio mantenere gli equilibri attuali. Ma tutto sarà svelato domani al termine del vertice fissato per chiudere tutti i discorsi alla presenza dello stesso Berlusconi.

Berlusconi che si gioca tutto nella sfida al Senato e le sue attenzioni sono concentrate sulla Lombardia, dove lui sarà capolista in compagnia di Bondi, Mantovano, Gelmini, Lupi, Rotondi e Santanchè.

Discorso simile in Veneto, regione in cui vengono candidati l’avv. Ghedini e l’ex ministro Galan, ma anche Alberto Giorgetti. In Veneto 2 il trio Brunetta, Paniz Valentini, non per forza in quest’ordine.

Nel Lazio si salva Gasparri, che non ha ceduto alla tentazione di seguire La Russa e Meloni in Fratelli d’Italia, mentre Alemanno dopo le scuse e la visita ad Arcore riesce a garantire il posto a qualche fedelissimo.

Abbastanza chiara la situazione in Campania, dovrebbero infatti esserci Cosentino, Cesaro e Laboccetta assieme a Nitto Palma, autore della clamorosa campagna acquisti dall’Udc di cui Meridiana vi ha parlato nei giorni scorsi.

Fra i nodi ancora da sciogliere le due circoscrizioni siciliane. Martino dovrebbe essere capolista alla Camera, fra i posti blindati anche la Prestigiacomo, che solo ieri veniva data fortemente in dubbio, il resto rimane ancora nebuloso. La questione Dell’Utri (Sicilia 1) crea imbarazzo perchè larga parte dell’elettorato ha chiesto senza mezzi termini l’esclusione, ma ad oggi nessuna decisione è emersa.

Molta curiosità attorno alle posizioni del deputato uscente Basilio Catanoso, che dalle indiscrezioni in nostro possesso non dovrebbe temere sorprese di sorta, e dell’ex presidente della provincia di Catania Giuseppe Castiglione, anche lui in odore di buon piazzamento.

Per chiudere un passaggio sui nuovi sondaggi. Quello pubblicato oggi da Affari Italiani si avvicina molto ai numeri pubblicati la scorsa settimana da Euromedia. Il centrodestra continua la sua rimonta, la distanza oggi è ridotta a meno di 5 punti (33% per la coalizione guidata dal Pd, 27,2% per quella capeggiata dal Pdl). Una rimonta che nell’ultima settimana ha visto il recupero di ben 4 lunghezze. Il sondaggio in questione è stato realizzato da SWG.

Redazione

Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine
Redazione
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.