VERTICE PDL: BERLUSCONI NON VUOLE GLI IMPRESENTABILI, ECCO CHI RISCHIA

di Redazione – Quando il gioco si fa duro…meglio non farsi cogliere di sorpresa. Palazzo Grazioli sotto assedio da questa mattina; l’assalto dei pretendentiSILVIO BERLUSCONI ad una candidatura nelle liste del partito s’è fatto molto pesante e non mollano gli uscenti a cui non è stata concessa la deroga. Trattative molto accese nelle regioni calde, Lombardia e Sicilia su tutte, li dove si giocherà la partita in Senato.

Sul tavolo, c’e’ innanzitutto la questione dei cosiddetti ‘impresentabili’. Secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, starebbe prevalendo la linea dura. Il Cavaliere si starebbe convincendo della necessita’ di dare un segnale forte non candidando chi e’ sottoposto a vario titolo a procedimenti penali.

Rischierebbero quindi di restare fuori esponenti di spicco del partito: non solo Marcello Dell’Utri ma anche Nicola Cosentino, che fino a ieri era dato sicuro al Senato in terza posizione. Secondo alcuni l’ex sottosegretario all’Economia, di fronte ad un’eventuale esclusione, avrebbe chiesto garanzie per assegnare seggi certi ad alcuni suoi fedelissimi.

Sarebbero quindi fuori dai giochi anche tutti coloro considerati in bilico in questi giorni: da Alfonso Papa a Marco Milanese a Luigi Cesaro (anche se secondo alcune voci l’ex presidente della Provincia di Napoli potrebbe cedere il posto a suo figlio Armando). In queste ore sono in corso frenetici contatti ed incontri. In via dell’Umilta’ ci sarebbe stata una riunione per definire le liste in Campania 2, alla presenza dell’ex ministro Mara Carfagna e dell’ex Guardasigilli Francesco Nitto Palma.

Gli ultimi sondaggi in suo possesso, certamente, ma anche l’operazione di ‘repulisti’ del Pd (che ha deciso di tener fuori gli ‘impresentabili’ per problemi con la giustizia come Crisafulli, Papania e Caputo) sarebbero stati alcuni dei fattori determinanti per la linea dura chiesta dal Cavaliere. Una linea diversa da quella tracciata fino ad ora da Denis Verdini. La decisione di cambiare rotta, sarebbe arrivata questa mattina dopo una nottata di delicate trattative.

Allo stato non c’e’ nulla di ufficiale, e non sono esclusi fino all’ultimo momento colpi di scena. Raccontano poi che ad avvertire gli esclusi sarebbe stato l’avvocato Niccolo’ Ghedini, incaricato di ‘scremare’ le varie candidature soprattutto sotto il profilo processuale. Le riunioni in via dell’Umilta’ e palazzo Grazioli continuano e si cerca di trovare una soluzione che garantisca la massima trasparenza delle liste in tempi brevi, visto che la dead line della consegna delle candidature scade alle 20 di lunedi’ prossimo.

A destare scalpore nel partito e’ stata la rinuncia di Scajola alla candidatura in Parlamento, che ha motivato cosi’ la sua scelta: “per la dignita’ mia e della mia famiglia non sopporto piu’ esami da parte di alcuno sulla mia moralita’”. L’ex ministro dello Sviluppo si e’ difeso spiegando di aver “inanellato solo archiviazioni e procedimenti” riferendosi a tre procedimenti giudiziari.

L’esclusione di Scajola, che guido’ Forza Italia durante la cosiddetta traversata del deserto, e considerato l’uomo macchina del movimento azzurro, raccontano, avrebbe avuto ripercussioni sul nodo delle liste, soprattutto in Campania. Partita tutta aperta, sarebbe anche nel Lazio, dove, potrebbero esserci altre ‘vittime eccellenti’, qualora prevalesse la scelta di tener fuori dai giochi i cosiddetti ‘impresentabili’.

Intanto in Sicilia appare sempre più probabile la candidatura di Raffaele Lombardo, ma a differenza di quanto scritto nel precedente articolo l’ex governatore siciliano correrebbe per un posto in Senato nella lista Pds/Mpa e non con quella del Pdl. Il partito di Berlusconi dovrà rivedere la sua lista per Palazzo Madama nel qual caso venisse confermata l’esclusione di Domenico Nania.

Redazione

Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine
Redazione
Gli utenti che hanno trovato questa pagina cercavano anche:
  • cosa sono gli inpresentabili?
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.