L’ANNUNCIO DI DELL’UTRI: NON MI CANDIDO, E’ IL MOMENTO DI CHIUDERE

di Redazione – “Finisce qui, ritiro la mia candidatura, non mi presento alle elezioni. Ci ho riflettuto bene  il Pdl sta salendo nei sondaggi, la vittoria non e’Par2942703 impossibile, ma e’ improbabile. Non voglio fare da capro espiatorio, non voglio che si dica: Abbiamo perso per colpa di Dell’Utri.

La scelta e’ maturata anche perche’ ‘siamo al capolinea. Se non fossi stato in Parlamento, e’ vero, sarei gia’ finito in galera. Ma ora non serve piu’ a niente’ perche’ in caso di condanna definitiva ‘non c’e’ scudo che tenga, nemmeno quello parlamentare. Io comunque  sono ottimista, spero che i giudici capiscano che quelle accuse non esistono’ e in ogni caso ‘sono abituato a cose forti, non ho paura.

Il mio e’ un gesto di amicizia. Certo che non mi conviene, ma dopotutto, ripeto, la storia e’ arrivata alla fine. E’ il momento di chiudere. La mia candidatura non serve piú a nessuno. Nemmeno a me”.

Sono le parole di Marcello Dell’Utri, rilasciate al Fatto Quotidiano in quella che si presenta come l’intervista del mese. Annuncio che toglie le castagne dal fuoco a Berlusconi e di fatto chiude tutti i giochi. Il Senatore era stato invitato dal leader di Pdl a fare un passo indietro proprio ieri, deve averci riflettuto qualche ora per poi seguire l’esempio del collega Scajola.

Non ci sarà quindi e col suo passo permette al partito di avanzare nel piano delle liste pulite, dando il suo personale contributo nella rincorsa che ogni giorno diventa sempre più possibile. La scelta di Dell’Utri, è inevitabile, mette in difficoltà gli altri in odore di epurazione che fino a questa notte hanno preso d’assalto via dell’Umiltà.

Battaglia aspra in Campania dove potrebbe salvarsi il solo Cesaro, mentre in Sicilia i giochi sembrano fatti. Alla Camera per il versante orientale la lista dovrebbe essere quella anticipata nei giorni scorsi (Martino, Castiglione, Prestigiacomo, Catanoso, Minardo), sull’altro versante invece capolista sarà Alfano.

In Senato resta da comprendere chi prenderà il posto di Nania (niente deroghe per lui e Firrarello), con i primi posti assegnati con ogni probabilità a Schifani e Vicari.

Redazione

Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine
Redazione
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.