PDL: FUORI COSENTINO, ECCO LE LISTE. IN SICILIA GUIDANO ALFANO, MARTINO E SCHIFANI

Il capogruppo al Senato del Pdl, Maurizio Gasparri, e’ da poco entrato negli uffici della Corte d’Appello di Roma per consegnare le liste del Pdl alla Camera e al Senato. Insieme a Gasparri ci sono il coordinatore romano del partito, Gianni Sammarco, e ilpdl consigliere capitolino Roberto Cantiani. Silvio Berlusconi sara’ capolista al Senato, mentre Gasparri sara’ il numero 2. Nicola Cosentino non sarebbe candidato al Parlamento nelle liste del Pdl. E’ quanto apprende l’ANSA da fonti parlamentari.

Intanto scoppia il caso Campania, con la sparizione dei fogli, gia’ controfirmati dal notaio, sui quali era indicati tutti i nomi dei candidati sia per il Senato che per la Camera. Momenti frenetici in via dell’Umilta’, dove, spiegano fonti ben informate, si e’ stati costretti a richiamare il notaio e riniziare tutte le procedure necessarie per poter consegnare le liste. (AGI)

Rumors riferiscono che sarebbe stato lo stesso Cosentino, fortemente irritato per la sua esclusione dalle liste, a prendere i fogli con l’elenco dei candidati e portarli via, ma e’ una notizia che non trova conferme ufficiali. (AGI)

In Sicilia occidentale capolista del Pdl per la Camera e’ Angelino Alfano, seguito dall’ex ministro Saverio Romano, leader del Pid Cantiere Popolare, e dal co-coordinatore regionale pidiellino Dore Misuraca. Quarto posto in lista per la giovane parlamentare uscente Gabriella Giammanco, quinto l’altro uscente Alessandro Pagano. In Sicilia orientale capofila l’ex ministro della Difesa Antonio Martino, seconda Stefania Prestigiacomo, ex ministro dell’Ambiente. Giuseppe Castiglione, co-coordinatore regionale e’ schierato al terzo posto, seguito da Antonio Minardo e Basilio Catanoso.

A Palermo dietro Silvio Berlusconi c’e’ il presidente uscente di Palazzo Madama Renato Schifani, seguito da Simona Vicari. Ci sono anche gli “ospiti” Giuseppe Ruvolo del Cantiere Popolare, Antonio Scavone dell’Mpa, Mario Ferrara di Grande sud, e ci sara’ anche Antonio D’Ali’, parlamentare trapanese uscente.

Ultimate le liste del Pdl in Piemonte. Secondo le ultime indiscrezioni non ci sarebbe piu’ il nome del presidente della Federazione degli albergatori, Bernabo’ Bocca al Senato, dove sara’ capolista Silvio Berlusconi, seguito da Lucio Malan, Manuela Repetti, Maria Rizzotti e Andrea Luttero.

Alla Camera, in Piemonte 1, capolista sara’ Angelino Alfano: dietro di lui ci sarebbero Daniele Capezzone, Annagrazia Calabria, Gilberto Pichetto, Bartolomeo Giachino ex sottosegretario ai Trasporti e il vicepresidente del gruppo alla Camera, Osvaldo Napoli (in sesta posizione).

In Piemonte 2 correrebbe come numero 1 Alfano seguito da Enrico Costa, capogruppo in commissione Giustizia di Montecitorio: dall’ex ministro Elio Vito, dall’ex consigliere diplomatico del Cavaliere a palazzo Chigi, Bruno Archi e Roberto Marmo.

 A Palermo e’ adesso il turno del Pdl che ha depositato la lista per il Senato. Dietro Silvio Berlusconi c’e’ il presidente uscente di Palazzo Madama Renato Schifani, seguito da Simona Vicari. Ci sono anche gli “ospiti” Giuseppe Ruvolo del Cantiere Popolare, Antonio Scavone dell’Mpa, Mario Ferrara di Grande sud, e ci sara’ anche Antonio D’Ali’, parlamentare trapanese uscente.

Liste del Pdl in Abruzzo al traguardo. Al Senato ci sarebbe Antonio Razzi (mentre Domenico Scilipoti no), dato in quarta posizione, dopo il capolista Silvio Berlusconi, il vicepresidente dei senatori, Gaetano Quagliariello e Paola Pelino. L’ex Idv, pero’, secondo gli ultimi calcoli elettorali sarebbe border line, se non a rischio.

Alla Camera correrebbero Filippo Piccone, Paolo Tancredi, Fabrizio Di Stefano, Massimo Verrecchia, Valeria Misticoni. E ancora: Daniele D’Amario, Quintino Liris, Francesco Raglione, Andrea Parente, Luciana Di Marco, Manuela Fini, Denisso Cupaiolo, Massimo Pastore, Federico Di Lorenzo.

Chiuse le liste del Pdl in Liguria. Silvio Berlusconi si presenta come capolista al Senato, dietro di lui ci sarebbe Augusto Minzolini. In terza posizione, il deputato uscente Roberto Cassinelli.

Alla Camera, invece, correrebbe come capolista Sandro Biasotti, seguito da Giorgio Lainati, Eugenio Minasso e Michele Scandroglio. Secondo gli ultimi calcoli elettorali fatti dai vertici locali, ‘blindati’ sarebbe un solo posto a palazzo Madama, mentre a Montecitoio potrebbero essere sicuri 2 seggi.

Paolo Foschini e’ arrivato nel primo pomeriggio per depositare alla Corte d’Appello di Bologna le liste dei candidati a Camera e Senato del Pdl per le elezioni politiche di febbraio. Sarebbe confermata l’esclusione del coordinatore regionale, Filippo Berselli, del suo vice Giampaolo Bettamio, e di un altro bolognese ‘illustre’, il deputato Fabio Garagnani.

Confermata, invece, Michela Brambilla capolista alla Camera. Lo stesso Foschini e’ ottavo, in posizione difficile ma non disperata. Per quanto riguarda il Senato, invece, capolista Silvio Berlusconi, seguito da Anna Maria Bernini, Carlo Giovanardi. Ma la vera novita’ rispetto ai giorni scorsi per le liste berlusconiane in Emilia e’ quella di Franco Carraro, il “poltronissimo”, 73 anni, socialista nella prima Repubblica, tre volte ministro, sindaco di Roma e soprattutto ras dello sport italiano da presidente della Federazione gioco calcio e del Coni.

Gasparri rende noto che gli ex ministri Gelmini e Romani correranno in Lombardia. Elio Vito e la leader dei giovani Calabria correranno in Piemonte. L’ex ministro degli Esteri Frattini non sara’ candidato per il Pdl. Gasparri conferma che Dell’Utri non sara’ candidato.

Redazione

Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine
Redazione
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.