ELEZIONI, SONDAGGIO DATAMONITOR: POLI SEMPRE PIU’ VICINI, DISTACCO DI 5 PUNTI

Nuovo sondaggio di Datamonitor che attesta la risalita del centrodestra e la continua perdita di consensi del centrosinistra. Bersani è ancora in vantaggio rispetto a Berlusconi, un vantaggio ancora importante secondo l’istituto diberl sondaggi.

Al momento ci sarebbero 5,1 punti di differenza, con la coalizione capolista al 33,1 e i primi inseguitori al 28; una differenza che però continua ad essere limata, i tempi dei 10 punti di vantaggio, col Pd al 36% da solo sono ormai un lontanissimo e sfocato ricordo. La coalizione di centrodestra, infatti, recupera uno 0,6 mentre quella di centrosinistra perde l’1,6.

Il Pd di Bersani scende al 29 per cento perdendo ben l’1,1, Sel cala dal 4,5 al 4,1%, il restante 0,1% lo perde il Centro Democratico di Tabacci.

Per quanto riguarda il centrodestra, il Pdl guadagna uno 0,5 per cento, arrivando al 19; cresce di poco Fratelli d’Italia (+0,1) che si attesta all’1,7. Perde lo 0,3 la Lega Nord, ma sempre uno 0,3 lo guadagna La Destra. Nell’area di centro sale ancora Scelta civica di Monti +0,6 (è al 9,6) ma perde qualcosa l’Udc -0,3 (è al 3,5), stazionario Fli all’1,2.

Sale il Movimento 5Stelle di Beppe Grillo +0,8 (è al 14) e Rivoluzione Civile che si porta al 4,9 (+0,2). Il cosiddetto “partito del non voto” passa dal 45,4 al 43,9 (-1,9) Di questi un 22,9 pensa di astenersi dalla votazione mentre un 18,1 è ancora indeciso su chi votare (2,5 schede bianche).

Redazione

Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine
Redazione
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.