PD SEMPRE PIU’ NEL CAOS. BINDI: CON NOI IN PARLAMENTO GENTE INADEGUATA

“Che noi avessimo, e abbiamo bisogno tuttora, di un rinnovamento della classe dirigente, e’ fuori discussione. Che il modo perRosy-Bindi ottenere il risultato fosse quello che ha realizzato Bersani, mi ha trovato profondamente contraria da molto tempo. Ma soprattutto abbiamo portato in Parlamento, con le primarie, alcune persone che in questi giorni hanno dimostrato di non avere consapevolezza del proprio compito, in un momento in cui va rilanciato il ruolo del Parlamento”. Lo afferma a Repubblica Rosy Bindi, presidente dimissionaria del Pd.

“Abbiamo fatto un’operazione d’immagine – spiega Bindi – abbiamo ceduto con un atteggiamento un po’ demagogico a questa richiesta del ‘tutti a casa’. Perche’ io non credo – aggiunge – che siamo tutti uguali. Non credo che portiamo tutti la stessa responsabilita’ di quello che e’ successo in questo Paese negli ultimi vent’anni. Non bisognava – sottolinea Bindi – intrecciare la nascita del governo con la scelta del presidente.

L’unico governo che il segretario del Pd puo’ presiedere e’ un governo del cambiamento con una chiara maggioranza progressista. Ma non possiamo dare le chiavi di un governo guidato dal Pd nelle mani della destra, che decide quando e come staccare la spina. Questo no”. Secondo Bindi inoltre, “il Pd non e’ morto ma deve ricominciare da capo. Deve ritrovare il suo stampo ulivista, che per me e’ pluralità delle culture nel pensiero”.

Redazione

Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine
Redazione
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

2 Comments on this article. Feel free to join this conversation.

  1. Pdl Cortona 21 aprile 2013 alle 18:41 -

    – "Tutti a casa" lo diceva lei all'era di Craxi!

    View Comment
  2. Roberto Cipriani 21 aprile 2013 alle 18:45 -

    Scelte col loro ostentato metodo delle parlamentarie.Solo loro le facevano ed era un fiore all'occhiello.Imparassero a guaardarsi in casa!.

    View Comment

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.