UNA GUERRA A 5 STELLE, ESPULSO MASTRANGELI CHE ANNUNCIA BATTAGLIA: DOVRANNO PORTARMI VIA CON LA FORZA

Il senatore Marino Mastrangeli è stato espulso dal Movimento 5 stelle. Dopo la proposta formulata dall’assemblea congiunta dei gruppi parlamentari,image l’ultima parola è stata affidata alla consultazione on line degli iscritti. “Le operazioni di voto – si legge in un comunicato pubblicato sul blog beppegrillo.it – si sono concluse. Gli aventi diritto erano 48.292, di questi hanno votato in 19.341. L’88,8% (pari a 17.177 voti) ha votato per l’espulsione, il restante 11,2% (pari a 2.164 voti) ha votato per il no”.

Secondo quanto si legge nel post pubblicato sul sito ufficiale del M5S in occasione dell’apertura della consultazione on line, Mastrangeli “ha violato numerose volte la regola” del Codice di comportamento che prescrive di “evitare la partecipazione ai talk show televisivi” e lo ha fatto “senza sentire alcun coordinarmento con i gruppi parlamentari e danneggiando così l’immagine del M5S con valutazioni del tutto personali.

Per questo i gruppi parlamentari riuniti del Movimento 5 Stelle Camera e Senato hanno deliberato a maggioranza, ai sensi del Codice di Comportamento di proporre l’espulsione dal gruppo parlamentare del Senato di Marino Mastrangeli per palese violazione delle norme di comportamento sottoscritte dallo stesso prima della sua candidatura. In particolare Marino Mastrangeli ha ripetutamente partecipato a numerosi talk show, benché l’intero gruppo lo avesse più volte invitato a desistere, anche in contemporanea allo svolgimento dei lavori del gruppo”.

“Dovranno venire i commessi del Senato a portarmi via dal gruppo parlamentare e intendo che dovranno farlo fisicamente”. Il senatore Marino Mastrangeli espulso dal Movimento su ‘decisione della Rete’ non si arrende.

Passa al contrattacco con l’annuncio di un ricorso da parte dei suoi legali e annuncia: “Se mi porteranno via dal gruppo vorra’ dire che da iscritto e da attivista del Movimento potendo usare il logo rappresentero’ l’11,2% degli iscritti e nel Gruppo Misto creero’ una nuova formazione che si potrebbe chiamare minoranza”.

Il senatore M5S, Marino Mastrangeli, espulso dal Movimento con un voto a larga maggioranza della Rete, infatti, annuncia ricorso e, all’Agi che lo interpella, se esista una sede interna a cui presentare istanza, replica: “non esiste una sede per presentare ricorso. Siamo nella Corea del Nord, non Italia. Con i miei avvocati, che sono attivisti del Movimento 5 Stelle, si sta valutando se ricorrere al Tribunale Civile di Roma”.

Ulderico de Laurentiis

Ulderico de Laurentiis

Giornalista, Laurea in Comunicazione Istituzionale e di Impresa e tesi su "Il Roma come quotidiano della destra napoletana e campana".Un Master e una passione ancora acerba per l'Enogastronomia. Webmaster di Meridiana Magazine e blogger, cresciuto a pane e militanza politica. Per aspera ad astra!
Ulderico de Laurentiis
About the Author
Ulderico de Laurentiis

Giornalista, Laurea in Comunicazione Istituzionale e di Impresa e tesi su "Il Roma come quotidiano della destra napoletana e campana". Un Master e una passione ancora acerba per l'Enogastronomia. Webmaster di Meridiana Magazine e blogger, cresciuto a pane e militanza politica. Per aspera ad astra!

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.