SOCIAL WORLD FILM FESTIVAL: VOLGE AL TERMINE LA IV EDIZIONE

10390362_10203978050162032_8866184829862918157_n

L’attrice Roberta Scardola, presentatrice della IV edizione del Social World Film Festival. Fonte foto: Alessandro Savarese

Si è conclusa ieri la quarta edizione del Social World Film Festival, il festival internazionale del cinema sociale di Vico Equense, con le ultime proiezioni della sezione non competitiva La Città del Cortometraggio… E’ stata l’edizione più ricca di sempre per il Social, con sei eventi serali in piazza, 23 opere in Selezione Ufficiale e un totale di 70 film selezionati. E’ stata anche l’edizione che ha visto il radicamento del cinema nella città costiera, con il Muro dei Famosi e l’avvio dei lavori del Museo del Cinema.

IL WALL OF FAME. Nella serata di lunedì 2 giugno, l’attore Gabriel Garko ha svelato il Wall of Fame di Vico Equense, in piazza Kennedy. Un’opera che raccoglie i calchi in bronzo degli autografi delle celebrità che partecipano al Social World Film Festival. La prima targa affissa è stata quella di Maria Grazia Cucinotta, madrina della precedente edizione, e quest’anno si sono aggiunte le firme di Carlo Croccolo, Giancarlo Giannini, Isabella Ragonese.

IL MUSEO DEL CINEMA. Il 4 giugno Giancarlo Giannini ha realizzato un documento audiovisivo a Vico Equense che diventerà il primo contenuto della sala multimediale del “Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina”. Il giorno successivo, giovedì 5 giugno  Anna Falchi ha inaugurato i lavori per l’istituzione del Museo, per poi prendere parte agli eventi serali del Social World Film Festival. Due sale dell’antico palazzo comunale di Vico Equense raccoglieranno documenti, testimonianze fotografiche, reperti video di tutta la cinematografia girata in penisola sorrentina, grazie a un protocollo d’intesa tra i sindaci della costa, da Castellammare di Stabia a Massa Lubrense.

LA MADRINA della quarta edizione è stata svelata durante la conferenza stampa internazionale (17 maggio 2014, Italian Pavilion – Festival de Cannes). E’ stata l’attrice siciliana Isabella Ragonese una delle protagoniste di questa edizione. Particolarmente toccante è stato il suo saluto alle Giurie Giovani e Ragazzi della giornata del 4 giugno, per poi prendere parte alla serata in Arena Loren/piazza Kennedy.

GLI EVENTI SERALI. Gli eventi serali hanno trasformato la piazza Kennedy di Vico Equense nell’Arena Loren, con proiezioni dei film di maggior successo della passata stagione cinematografica. Le serate hanno visto la partecipazione, tra gli altri, di Luca Miniero (1 giugno, proiezione “Un boss in salotto”), Gabriel Garko (2 giugno), Aurore Erguy (5 giugno, proiezione “Sole a catinelle”), Francesco Arca (6 giugno, speciale “Allacciate le cinture”), Alessio Boni (7 giugno). Le serate dell’Arena Loren sono state presentate dall’attrice romana Roberta Scardola, insieme a l’attore Yuri Napoli e l’attrice Martina Liberti.

ALL’IMPROVVISO UN UOMO. Il 4 giugno è stata presentata l’anteprima di “All’improvviso un uomo”, il film diretto da Claudio Insegno e girato per la maggior parte a Vico Equense. I protagonisti del film hanno preso parte all’evento: Nunzia Schiano, Massimiliano Gallo, Gianni Ciardo.

La Giuria di Qualità, presieduta dal critico Valerio Caprara ha assegnato il Golden Spike Award, riconoscimento della manifestazione, come miglior film a “Fuoristrada” di Elisa Amoruso per i lungometraggi, con menzione speciale al cast di “Sinestesia” di Erik Bernasconi, mentre, per i cortometraggi, vince “The Fifth Horserman” di Kari Barber.

Il Premio della Critica è stato invece vinto da “L’intervallo” di Leonardo Di Costanzo (motivazione: “Un eccellente affresco dell’adolescenza nella Napoli dolente tra realismo e racconto fantastico, un canto di libertà nell’inferno. Un’opera arricchita da una prova attoriale convincente nonostante la giovane età dei protagonisti”), con menzione speciale per il lungometraggio “Fuoristrada” di Elisa Amoruso (motivazione: “Per l’originalità dello stile narrativo che racconta con normalità una storia non ordinaria attraverso l’occhio di una cinepresa mai affetta da condizionamenti”).

La Giuria Giovani, 100 ragazzi tra i 23 e i 35 anni provenienti da tutta Italia, ha invece premiato per i lungometraggi in concorso come Miglior Regia Leonardo Di Costanzo (L’Intervallo), Miglior Attore Alessio Boni (Sinestesia), Miglior Attrice Christa Theret (La Brindille), Miglior Sceneggiatura Elisa Amoruso (Fuoristrada).

La Giuria Ragazzi formata da 100 giovani tra i 15 e i 22 anni di età ha invece visionato i cortometraggi in gara, assegnando il Golden Spike Award a Davide Dapporto per la Miglior Regia di “41°Parallelo”, a Patrick Heusinger come Miglior Attore in “Willowbrook”, a Claudia Mancinelli come Miglior Attrice in “Emmanuel” e a Simone Petralia come Miglior Sceneggiatura per “Emmanuel”.

DIVA UNIVERSAL. Il canale televisivo Diva Universal (canale 133 di Sky) rinnova il suo sostegno come partner del Social World Film Festival, premiando il miglior corto di genere tra le opere di tutte le sezioni. Il Premio Diva Universal è stato vinto dal cortometraggio “Il passo della lumaca” di Daniele Suraci (sezione La Notte del Cinema) e verrà poi messo in onda in esclusiva venerdì 11 agosto alle ore 21.00.

LA PREMIAZIONE. La serata di premiazione della Selezione Ufficiale della quarta edizione del Social World Film Festival si è svolta all’Arena Loren/Piazza Kennedy sabato 7 giugno e ha visto sfilare sul red carpet moltissimi ospiti del mondo dello spettacolo, del cinema e della cultura, tra i quali le attrici Euridice Axen, Mariangela D’Abbraccio, Giorgia Wurth e gli attori Alessio Boni e Matteo Branciamore. Tra gli intervenuti anche il cantante Marco Ligabue e per la Giuria di Qualità l’attrice Michela Andreozzi e il regista Toni Trupia, mentre per la Giuria Critica la serata ha visto la partecipazione della speaker radiofonica di RDS Anna Pettinelli, per radio Capital Benny Bottone, per Rainews24 Lorenzo di Las Plassas e per radio CRC Carmine Bonanni.

LA SELEZIONE UFFICIALE. I 23 film della Selezione Ufficiale della quarta edizione del Social World Film Festival (di cui 11 in anteprima: 3 italiana, 4 europea e 4 mondiale) provengono da 15 paesi del mondo: Italia, Kenya, Iran, Turchia, Israele, Australia, Filippine, Pakistan, Belgio, Albania, Francia, Stati Uniti, Islanda, Giappone, Svizzera, Kosovo. A fare da filo rosso, il tema di quest’anno: “L’amore che unisce”. I popoli, le persone, i punti della Terra. Ad affiancare la Selezione Ufficiale, le selezioni Città del Cortometraggio, La Notte del Cinema e Selezione Focus, per un totale di oltre 70 opere.

Gli utenti che hanno trovato questa pagina cercavano anche:
  • garko magazine
  • VICO EQUENSE FILM FESTIVAL 2014 VIDEO PREMIAZIONE
  • matteo branciamore
  • roberta scardola in rosso
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.