DECRETO FISCALE: PUNIRE GLI ITALIANI PER “EDUCARE” BERLUSCONI?

Berlusconi-ruby

Link Lab, il Laboratorio di Ricerca Socio-Economica della Link Campus University ha istituito l’Osservatorio suicidi per crisi economica nel 2012. I dati del 2013 dicono che un suicida su due è imprenditore, ma in un anno è raddoppiato il numero dei disoccupati suicidi. Triplicato anche quello degli “occupati”.  la crisi economica, intesa come mancanza di denaro o come situazione debitoria insanabile, rappresenta la motivazione principale del tragico gesto, all’origine dei 108 suicidi (72,5%) nel 2013, a fronte dei 44 del 2012. La perdita del posto di lavoro continua a rappresentare la seconda causa di suicidio: 26 gli episodi registrati, in lieve aumento rispetto al 2012 quando i casi sono stati 25. Ad incidere inoltre sul tragico epilogo, i debiti verso l’erario: 13 le persone che nel 2013 si son tolte la vita a causa dell’impossibilità di saldare i propri debiti nei confronti dello Stato. Nel 2014 la situazione non è di certo migliorata anzi, mentre il 2015 purtroppo non lascia ben sperare.

Circa due anni fa, con la  3/2012, si è varata una legge per contrastare i devastanti effetti che la crisi economica ha avuto su molti privati cittadini, stretti in una morsa fatta di disoccupazione, riduzione dell’attività lavorativa e scadenze da onorare a cui non riescono più a far fronte anche a causa di eventi eccezionali. Una norma di buon senso che consente la rinegoziazione del debito con Equitalia ad esempio. Anche per questo è stata denominata “Salva suicidi”, ma naturalmente in casi di eccezionale gravità come il periodo che stiamo vivendo non basta una sola legge.

A proposito di norme, di crisi e di buon senso. Pochi giorni fa, una norma contenuta nel decreto fiscale del Governo Renzi, ha attirato l’attenzione di tutti i media, dei politici e dell’opinione pubblica, la cosiddetta “Salva Berlusconi” per intenderci.

Cosa prevedeva la norma che (dopo l’inferno che è scoppiato) il Premier in persona ha promesso di ritirare? L’articolo 19-bis del decreto fiscale del 24 dicembre che, se lasciato così com’è, secondo i più allarmati potrebbe cancellare la condanna definitiva di Silvio Berlusconi per il processo Mediaset, concedeva l’impunibilità penale per tutti (da sottolineare tutti) quei cittadini italiani che dovessero ritrovarsi nelle condizioni di evadere le tasse fino al 3% del proprio reddito imponibile dichiarato.

Una norma di buon senso perchè si immagina che una evasione fiscale a carattere così irrisorio, nella maggior parte dei casi, non è effettuata con dolo volontario, ma probabilmente avviene per un mero errore del contribuente. Si eliminava soltanto la persecuzione di tipo penale in cui tanti padri di famiglia si sarebbero potuti ritrovare, senza però escludere la sanzione  amministrativa.

Apriti cielo naturalmente: si è rivoltato il mondo contro una delle poche norme utili di questo governo da operetta.  Pur di non “salvare” (il che non è affatto scontato) Berlusconi, si è deciso ancora una volta di ledere le libertà di un intero popolo e di minare il principio di uguaglianza.

Siamo passati dalle fantomatiche leggi ad personam al ritiro di una norma contra personam, in danno di un intero popolo però.

Povera Italia, l’anno è appena iniziato, ma è già un anno di sangue agli occhi e bava alla bocca. Finiremo per tagliarci gli attributi per far dispetto a…

Ulderico de Laurentiis

Ulderico de Laurentiis

Giornalista, Laurea in Comunicazione Istituzionale e di Impresa e tesi su "Il Roma come quotidiano della destra napoletana e campana".Un Master e una passione ancora acerba per l'Enogastronomia. Webmaster di Meridiana Magazine e blogger, cresciuto a pane e militanza politica. Per aspera ad astra!
Ulderico de Laurentiis
Gli utenti che hanno trovato questa pagina cercavano anche:
  • tesi sulla legge salvasuicudu
About the Author
Ulderico de Laurentiis

Giornalista, Laurea in Comunicazione Istituzionale e di Impresa e tesi su "Il Roma come quotidiano della destra napoletana e campana". Un Master e una passione ancora acerba per l'Enogastronomia. Webmaster di Meridiana Magazine e blogger, cresciuto a pane e militanza politica. Per aspera ad astra!

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.