MARINA MILITARE, CATANOSO (FI): INADEGUATA LA CAMPAGNA DI ARRUOLAMENTO

IMG_87869866792345

“Sia ritirata questa campagna pubblicitaria e vengano rimossi dal loro incarico, per essere magari spediti in qualche missione e località ‘cool’, i responsabili di tale scelta”.

Dopo aver visto il manifesto con cui la Marina Militare italiana sta pubblicizzando il prossimo Corso per l’Accademia navale “possiamo tranquillamente affermare che i tempi sono cambiati: Non si potrà più dire ‘rapidi ed invisibili, partono i sommergibili, ma che i nostri marines (in inglese) saranno tutti un po’ più “cool”.

Cosi il deputato di Forza Italia, Basilio Catanoso, che attacca una discutibile scelta di marketing della nuova campagna di arruolamento della Marina Militare, “Be cool. Join the Navy”.

“La comunicazione, il marketing, la televisione, la cultura e, da oggi, anche la Marina Militare, si sono adeguati agli aspetti più deteriori del mondo globale – prosegue l’on. Catanoso -. A mio parere non credo si sentano molto ‘cool’ i Marò Latorre e Girone o il resto dei Marinai d’Italia, dopo aver visto la nuova campagna di arruolamento”.

L’uso sfrenato dell’idioma inglese e la motivazione estremamente “leggera” per spingere a intraprendere una delle carriere più belle, impegnative e piene di responsabilità che ci siano “non ci sembrano affatto adeguati. Comprendo che, rivolgendosi a un pubblico giovane e sensibile ai “valori” d’oltreoceano, si sia pensato di usare codici freschi e internazionali: peccato, però, che la Marina Militare rimanga uno dei simboli dell’italianità sana. Gode da sempre di grande rispetto da parte delle marinerie straniere ed è in sé uno strumento di esportazione del ‘Made in Italy’” dice ancora il parlamentare di F.I.

“Provoca rabbia, fastidio, disgusto e tristezza vedere la Marina Militare firmarsi ‘Navy’ per rendersi più affascinante nei confronti delle giovani reclute. La Marina militare italiana deve ricercare la freschezza non nel linguaggio ma nelle armi in dotazione, nelle modalità di addestramento e nell’approccio alle nuove forme dei conflitti. Per il resto, deve rimanere profondamente antica”.

Basilio Catanoso parla di “quell’antichità bella, che non si trasforma in vecchiaia ma in fascino. Il fascino delle tradizioni, della ‘Vespucci’, della ‘Premuda’, dei mezzi d’assalto;

Il fascino dato dall’esperienza di navigare, vedere e fare cose esotiche e meravigliose che altri uomini e donne non fanno e non vedono. Questo rende orgogliosi gli italiani della propria Marina militare, non l’essere ‘cool’, termine legato all’individualità superficiale, alla moda, all’essere vestiti ‘giusti’”.

L’on. Catanoso ricorda che “in Marina fanno molto più che sentirsi ‘alla moda’: rischiano la vita nelle missioni operative, conducono navi, sommergibili, aeroplani ed elicotteri. Sono sommozzatori, palombari, velisti e marò per l’appunto. È inquietante e offensivo, per il ruolo ricoperto, pensare un componente delle Forze Speciali che alla domanda ‘Perché sei a rischiare la vita in Afghanistan?’, risponda: ‘Sai è così cool’”.

Per questo motivo, l’on. Basilio Catanoso ha presentato un interrogazione al Ministro della Difesa per sapere “quali iniziative intenda assumere affinché sia ritirata questa campagna pubblicitaria e, se lo riterrà opportuno, vengano rimossi dal loro incarico, per essere magari spediti in qualche missione e località ‘cool’, i responsabili di tale scelta”.

Gli utenti che hanno trovato questa pagina cercavano anche:
  • immagini manifesto marina militare in inglese
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.