L’OCSE ALZA LE STIME, MA LA CRISI NON E’ ANCORA ALLE SPALLE

ocseL’Ocse rivede al rialzo le stime della crescita per i tre grandi dell’eurozona, Italia, Francia e Germania.  La crescita del Pil prevista per il 2015 e di 0,6 punti percentuali, +0,4% rispetto all’Outlook di novembre. Mentre per il prossimo anno la stima e dell’1,3%, in rialzo di 0,3 punti percentuali rispetto alla precedente stima. Previsioni certamente positive ma non brillanti se comparate con quelle dell’intera eurozona: +1,4 per quest’anno e +2% per il 2016.

Numeri che, come sottolineato anche dall’Ocse, sono frutto di una congiuntura economica estremamente positiva per il Vecchio Continente. Il crollo del prezzo del petrolio, ai minimi da marzo 2009, e soprattutto la svalutazione della moneta unica che si avvicina alla parità sul dollaro fanno volare le stime di tutti gli indicatori macroeconomici. A dettare il netto calo dell’euro nelle ultime settimane è stata la Banca Centrale Europea che avviando misure anticonvenzionali (Quantitative Easing) per combattere la deflazione, ha messo fine alla ‘sterilizzazione monetaria’ che negli ultimi anni ha zavorrato i prezzi e la crescita di tutti i paesi dell’eurozona.

Per quanto riguarda l’Italia non si può però affermare che il sistema produttivo sia uscito dalla crisi che l’ha devastato negli ultimi sette anni. Nel mese di gennaio 2015, l’indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali è diminuito dell’1,1% rispetto al mese precedente e di quasi tre punti percentuali sui dodici mesi (2,9%). Mentre i prezzi dei prodotti venduti sul mercato interno hanno registrato un calo tendenziali di 3,7 punti percentuali. L’indice nazionali dei prezzi al consumo per l’intera collettività segna un calo su base annua dello 0,1% (+0,4% su base mensile) e la disoccupazione rimane ben salda al 12,6%. Pochi numeri che dimostrano come sia ancora troppo presto abbassare la guardia e soprattutto per parlare di ripresa nel vero senso della parola.

Guglielmo Verneau

Guglielmo Verneau

Ventidue anni, laureato in economia e cooperazione internazionale alla Sapienza di Roma e aspirante giornalista pubblicista.
Guglielmo Verneau
About the Author
Guglielmo Verneau

Ventidue anni, laureato in economia e cooperazione internazionale alla Sapienza di Roma e aspirante giornalista pubblicista.

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.