25 APRILE, ACERRA: DE LAURENTIIS (FI) PARTECIPIAMO AL CORTEO, SIA PACIFICAZIONE NAZIONALE.

De Laurentiis

Accettiamo l’invito del Sindaco di Acerra, città insignita della Medaglia d’Oro al Merito Civile, a partecipare al corteo del 25 aprile per la deposizione delle corone d’alloro ai monumenti dei caduti. Di recente purtroppo, abbiamo assistito a preoccupanti e fuorvianti uscite da parte delle massime cariche dello Stato che in occasione della ricorrenza hanno suggerito di “smacchiare” il Foro Italico, richiamando nella mente della maggioranza degli italiani gli scempi ai monumenti compiuti dall’Isis, ma c’è stato anche chi è tornato in qualche modo a dividere la popolazione italiana in buoni e cattivi a seconda del fronte su cui combatterono all’epoca i nostri nonni. Il 25 aprile deve essere una festa di pacificazione nazionale e memoria condivisa, non possiamo dimenticare la guerra civile che ha dilaniato la Nazione all’indomani del 25 luglio del ’43; una contrapposizione fratricida i cui rigurgiti hanno in parte scatenato anche i fatti di sangue per cui tanti altri giovani hanno perso la vita durante gli “anni di piombo”. Crediamo sia doverosa pertanto, la nostra partecipazione al corteo, quale contributo sincero affinchè tale momento di celebrazione sia rappresentativo di tutti e non solo di una piccola parte politica che da anni usa questa festa come una clava nei confronti dell’avversario, nel perpetrato tentativo di demonizzare quanti combatterono, su un fronte o sull’altro, esclusivamente nel nome della Patria. Noi ci saremo perchè, come ebbe a dire Luciano Violante nel suo discorso di insediamento alla Presidenza della Camera nel ’96: bisogna riflettere sui vinti di ieri perché occorre sforzarsi di capire, i motivi per i quali migliaia di ragazzi e soprattutto di ragazze, quando tutto era perduto, si schierarono dalla parte della Repubblica Sociale e  non dall’altra parte. Vogliamo dedicare inoltre questo momento di celebrazione, anche al Governatore della Misericordia di Acerra, Franco Barbetta che ha riportato gravi conseguenze fisiche a seguito di un incidente avvenuto domenica pomeriggio, proprio mentre tentava di ripristinare le condizioni del monumento al Milite Ignoto che era stato vandalizzato; speriamo guarisca presto. Basta divisioni, basta guerra civile, l’Italia sia una e indivisibile: una sola comunità di destino.

Gli utenti che hanno trovato questa pagina cercavano anche:
  • millepatrie
  • deposizione corona alloro 25 aprile acerra
  • firenze 25 aprilie
About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.