LEGGE ELETTORALE: OGGI IL PRIMO VOTO DI FIDUCIA SULL’ITALICUM

Il premier Matteo Renzi parla con la ministra per le Riforme Maria Elena Boschi, durante la discussione seguita alle sue comunicazioni sul prossimo Consiglio Europeo, Roma 19 marzo 2014.                ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

Il premier Matteo Renzi parla con la ministra per le Riforme Maria Elena Boschi, durante la discussione seguita alle sue comunicazioni sul prossimo Consiglio Europeo, Roma 19 marzo 2014. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

Italicum. Oggi in Aula alla Camera a partire dalle 13,45 le dichiarazioni di voto e dalle 15,25 il voto sulla questione di fiducia posta ieri dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti e articoli aggiuntivi, dell’articolo 1 del testo unificato delle proposte di legge: Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati (Approvate, in un testo unificato, dalla Camera e modificate dal Senato) nel testo della Commissione, identico a quello approvato dal Senato. “Abbiamo messo la fiducia perche’ dopo aver fatto dozzine di modifiche, aver mediato, discusso, concertato, o si decide o si ritorna al punto di partenza. Se un Parlamento decide, se un governo decide questa e’ democrazia, non dittatura. Se il Parlamento rinvia, se il governo temporeggia, il rischio e’ l’anarchia. E’ una grande lezione del miglior pensiero costituzionale di questo Paese, non e’ necessario aver fatto la tesi su Calamandrei per saperlo”. Lo scrive il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in una lettera al quotidiano “La Stampa” sulla legge elettorale.  Le opposizioni, da Forza Italia a SEL attaccano e parlano di fascismo Renziano.

About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.