SENATO: ACCORDO RENZI – MINORANZA PD

18pol1f01-forse-renzi-speranza-lapresseRenzi trova l’accordo con la minoranza .Pur di far passare la Riforma entro la data annunciata il 15 ottobre 2015 il Governo apre alla minoranza.

Stamattina è arrivato in aula il primo dei tre emendamento a firma Finocchiaro, dopo una notte di trattative. I senatori saranno eletti dai consigli regionali come viene espresso dall’emendamento “in conformità alle scelte espresse degli elettori per i candidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimi organi. con questa formula cosi scritta nell’emendamento primo, la minoranza Pd può solo che gioire.

 Il senatore del PD Gotor esprime tutta la sua soddisfazione per aver strappato una vittoria “I senatori saranno scelti dagli italiani, ai consigli regionalispetterà una mera ratifica” anche  il Senatore Chiti esprime la sua soddisfazione” gli emendamenti presentati sulla eleggibilità dei senatori, sulle funzioni e competenze del Senato, frutto di un confronto e lavoro comune nel Pd, sono positivi”

L’accordo che si narra è sui tre punti ostici che da sempre Renzi vorrebbe bypassare. È sono: L’elezione dei Senatori, l’elezione dei giudici della Corte Costituzionale e  le funzioni di Palazzo Madama. Con tale apertura il Pd tende a ricompattarsi.

Oggi il senatore leghista Calderoli ha presentato nuove modifiche al ddl Boschi si tratta di ben 82.730.460 emendamenti, una mossa quella del senatore di rendere sempre più dura la strada per l’approvazione del ddl Boschi. In aula oggi la senatrice del M5s Taverna ha ironicizzato sulla scelta di presentare una tale quantità di emendamenti dicendo “ Vorrei dire grazie al senatore  Calderoli per aver presentato 82 milioni di emendamenti”- aggiunge “questo permetterà di discutere in maniera differente della riforma costituzionale, anche se mi domando cosa è cambiato per lei tra la prima e la seconda lettura” ha punzecchiato la Taverana

Per quanto attiene elezione dei  giudici della Corte costituzionale verranno eletti separatamente è cioè: tre saranno eletti dalla Camera dei deputati e due dal futuro Senato delle autonomie, attualmente l’elezioni dei giudice è prevista in seduta comune.

Il gruppo parlamentare di Forza  Italia ha presentato oltre 1.173 emendamenti al ddl Boschi.

La strada per approvare il testo è sempre più in salita.

Feliciana Gammella

Feliciana Gammella

Giurista in formazione, passionaria nella vita. Classe 1988
Feliciana Gammella

Latest posts by Feliciana Gammella (see all)

About the Author
Feliciana Gammella

Giurista in formazione, passionaria nella vita. Classe 1988