FOIBE ED ESODO: IL 21 DICEMBRE ALLA CAMERA CONSEGNA A SIMONE CRISTICCHI E JAN BERNAS DEL PRIMO PREMIO “NORMA COSSETTO – 10 FEBBRAIO”

Foto_crisRoma, 16 dicembre 2015 – Il nuovo premio “Norma Cossetto – 10 Febbraio”, fortemente voluto dal “Comitato 10 Febbraio” e collegialmente approvato nel corso della prima Riunione Nazionale svoltasi domenica 13 dicembre a Roma, sarà consegnato lunedì 21 dicembre, alle ore 11.30, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati (via delle Missione 4, Roma). Simone Cristicchi e Jan Bernas verranno insigniti del premio, a riconoscimento della meritoria opera divulgativa svolta attraverso lo spettacolo teatrale “Magazzino 18”. Tanto l’artista romano quanto il ricercatore storico e giornalista interverranno alla cerimonia.
La prima Riunione Nazionale del Comitato 10 Febbraio, associazione di promozione sociale che da oltre dieci anni si occupa delle celebrazioni della ricorrenza del Giorno del Ricordo, ha visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Giunta Esecutiva dell’Unione Italiana (l’organizzazione che raccoglie le comunità italiane in Slovenia e Croazia), Maurizio Tremul, del presidente della Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani e Dalmati, Antonio Ballarin, del presidente della Lega Nazionale (sodalizio sorto a tutela degli italiani irredenti nel 1891), Paolo Sardos Albertini, del presidente dell’Associazione Nazionale Dalmata, Guido Cace, e della presidentessa del Comitato provinciale dell’ANVGD, Donatella Schurzel.
Michele Pigliucci, presidente nazionale del Comitato 10 Febbraio, ha introdotto i lavori sottolineando sia le importanti iniziative finora svolte (conferenze, presentazioni librarie, rappresentazioni teatrali e non solo, in sinergia con amministrazioni locali ed istituzioni culturali, scolastiche ed accademiche), sia le prospettive future. All’insegna del motto “dare un futuro al Ricordo”, Pigliucci ha ricordato le profonde radici dell’italianità sulle coste dell’Adriatico orientale e la necessità di renderle un patrimonio condiviso della comunità nazionale.
Lorenzo Salimbeni, segretario del Comitato Scientifico del C10F, ha poi spiegato la necessità di sostenere i giovani storici e ricercatori che in tutta Italia vogliono contribuire agli studi sui temi dell’italianità adriatica e pertanto sarà preziosissimo il tutorato che giungerà grazie alla collaborazione di personalità come il prof. Giuseppe Parlato, che è intervenuto come presidente del Comitato Scientifico, il prof. Marco Cimmino, storico militare esperto di Grande Guerra in particolare, e la dott.ssa Daria Garbin, ricercatrice e studiosa originaria di Spalato.
Non solo illustri storici affiancheranno i sempre più numerosi attivisti e aderenti del C10F, ma anche personalità di spicco provenienti dal mondo della cultura e della comunicazione raccolte nel Direttivo Nazionale: a tal proposito Carla Isabella Elena Cace, esule dalmata di terza generazione, autrice di numerosi libri sulla storia del Confine Orientale e componente dell’Esecutivo Nazionale del Comitato, ha presentato il vignettista Alfio Krancic, il giornalista e scrittore Gabriele Marconi, Silvano Olmi, Marco Petrelli, e portato il saluto di Gian Marco Chiocci, direttore del quotidiano “Il Tempo”, e ancora Michele De Feudis e Marzia Crali. Alcuni dei nomi che hanno deciso di aderire al progetto.
Prima di far intervenire i numerosi dirigenti locali del Comitato intervenuti da tutta Italia, Emanuele Merlino, autore di spettacoli teatrali sul tema e membro dell’Esecutivo Nazionale, ha ricordato le iniziative svolte anche in collaborazione con associazioni culturali slovene.
Nel corso della cerimonia, i membri dell’Esecutivo Nazionale illustreranno più approfonditamente gli esiti della Riunione Nazionale, le prospettive e le motivazioni che hanno condotto al conferimento del riconoscimento.

Per partecipare all’evento è necessario accreditarsi inviando una mail a: info@10febbraio.it

About the Author
Redazione

La Redazione di Meridiana Web Magazine