A FABI IL PREMIO TENCO

Esordisce e si fa conoscere al grande pubblico nel lontano 1997 con il brano “capelli” con il quale si aggiudicò per di più anche il premio della critica al Festival di Sanremo. Classe 1968, Niccolò Fabi muove i suoi primi passi all’interno del fervido ambiente musicale sin da piccolo grazie al padre, noto produttore discografico degli anni settanta, ed ora, a distanza di vent’anni dal suo primo successo che lo portò a scalare le vette delle classifiche, lo stesso palco dell’Ariston gli riconosce un altro successo: la Targa Tenco 2016 per l’album dell’anno, «Una somma di piccole cose».

Tra “capelli” e “ una somma di piccolo cose” ci sono sette album a raccontare il percorso artistico del cantautore romano e dell’uomo che c’e dietro la copertina dei suoi dischi. Da sempre infatti è un artista che ha mantenuto e spronato una intelligente sensibilità nei confronti della parola e dell’obiettivo che essa doveva raggiungere e, proprio grazie a questa attenta dote, si ritrova padre di testi intonati anche da suoi colleghi. Nel mondo della musica inoltre il suo nome si vede spesso affiancato ad altri cantanti in collaborazioni dall’alta cultura musicale. I progetti promossi infatti avvicinano Fabi a musicisti del calibro di Fiorella Mannoia,

Daniele Silvestri e Max Gazzè, senza dimenticare la collaborazione con Mina nel concerto per la fondazione “Parole di Lulu”, indetta dallo stesso Niccolò.

Essenziale nel suo messaggio di emozioni la possibilità di avere contatti con il pubblico.

La parte live infatti, con intensi tour da più di venti tappe a volta,è centrale nella sua carriera e serve per interagire empaticamente con chi lo viene ad ascoltare e con lui condivide il gusto per la raffinatezza del linguaggio.

Fabi ritirerà il meritato premio, nato nel lontano 1984 in ricordo del compianto e cantautore suicida Luigi Tenco e assegnato ogni anno dal giudizio più di 200 giornalisti musicali italiani, nel pieno della 40a edizione della Rassegna della canzone d’autore (in programma da giovedì 20 a sabato 22).

Qualche ora fa sulla fan page di facebook del cantante è apparsa una dichiarazione che annunciava la lieta soddisfazione per la vittoria dell’album che, come ha ammesso lo stesso Fabi, è ispirato ad un sound tipico di Bon Iver, Damien Rice, Ben Howard e Sufjan Stevens.

“Niccolò questa sera sarà a Sanremo per ritirare il PREMIO TENCO per UNA SOMMA DI PICCOLE COSE, miglior album 2016.

Siamo molto felici di questo riconoscimento e Niccolò festeggerà con la sua band sul Palco del Teatro Ariston.”

Francesca Azzurra Conidi

About the Author
Francesca Conidi